Home > Comunicati Stampa, Lavoro > ImpresaMia-LAVORO – Sacconi: accogliere l’appello di Benedetto XVI

ImpresaMia-LAVORO – Sacconi: accogliere l’appello di Benedetto XVI

5 febbraio 2010


Istituzioni ed imprese devono accogliere l’appello che il Papa ha lanciato domenica scorsa al termine dell’Angelus. Lo ha affermato Il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, in una nota, sottolineando che salvaguardare i posti di lavoro significa, per le istituzioni, “scoraggiare i licenziamenti, mettere a disposizione ammortizzatori sociali come la cassa integrazione e i contratti di solidarietà” mentre per le imprese “esprimere quanto più quella responsabilità sociale che deve indurre a non compiere frettolose scelte di ridimensionamento occupazionale dopo aver avuto lunghi anni di utili e, magari, aiuti pubblici”.

Le risorse per gli ammortizzatori sociali “hanno contenuto la disoccupazione – ha ricordato Sacconi – ben al di sotto della media europea consentendo a molte persone di rimanere agganciate alle loro imprese e di essere periodicamente richiamate in attività. Proprio gli strumenti italiani di protezione sociale dei rapporti di lavoro, che sono oggetto di apprezzamento da parte di molte istituzioni internazionali e di molti Paesi – ha aggiunto – hanno consentito di mantenere collegati al lavoro circa un milione di persone con la conseguente coesione sociale. Ora l’efficace investimento nelle competenze attraverso una formazione che formi serve a garantire la occupabilità”.

Il ministro ha anche ribadito che “l’anno in corso ci riserva un quadro contraddittorio. Una ripresa selettiva del commercio globale che premia alcune aree geo-economiche, alcuni settori, alcune imprese. Ma i mercati finanziari mantengono elementi di instabilità e molte aziende alla lunga non sopravviveranno, altre si ristruttureranno e riorganizzeranno nella sfera globale”. E sta proprio al management aziendale “spesso ben remunerato anche in tempo di crisi, esprimere autentica capacità di riprogettazione dei destini aziendali a misura delle persone perché il bene della persona costituisce il fine ultimo di ogni azione umana”.


Vai al Sito

www.impresamia.com


Dillo a tutti…

Segnala su FacebookGoogleSegnala su YahooSegnala con Gmail

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: