Home > Attualità, Comunicati Stampa > IMPRESAMIA.COM-LAVORO – Petrolifero: a rischio anche benzinai e camionisti

IMPRESAMIA.COM-LAVORO – Petrolifero: a rischio anche benzinai e camionisti

15 febbraio 2010

Per la revisione della rete distributiva, l’Unione petrolifera ha proposto al Ministero dello Sviluppo economico, la riduzione a 5-6 mila dei punti vendita, un maggiore ricorso al self-service, lo sviluppo del non-oil con la possibilità per i gestori di integrare il proprio reddito vendendo anche prodotti di monopolio (sigarette ed altro) e forme contrattuali più flessibili. Infatti, nei giorni scorsi l’Unione petrolifera ha lanciato un allarme disoccupazione che coinvolgerebbe ben 7.500 persone impegnate direttamente nella produzione e altre 2mila legati alla distribuzione nel caso venissero chiuse quattro-cinque raffinerie (sulle 16 attualmente operanti in Italia), a causa della riduzione dei consumi e del calo della domanda mondiale.
A fronte di tali, allarmanti dichiarazioni sembrerebbe necessaria l’apertura di un tavolo con i rappresentanti dell’Unione petrolifera, con i sindacati dei lavoratori e con le associazioni dei gestori degli impianti di distribuzione, per delineare un pacchetto di misure volte ad affrontare la crisi del settore e, soprattutto, per scongiurare la chiusura delle raffinerie e la perdita, se si considera anche l’indotto dei quasi 10mila posti di lavoro, sostenendo l’innovazione del comparto ed evitando un arretramento sul piano della tutela ambientale. Anche perché, nel lanciare l’allarme, l’Unione petrolifera non ha chiesto al Governo sovvenzioni economiche, ma ha sollecitato il varo di un quadro normativo meno severo, soprattutto sul fronte ambientale, in controtendenza con lo direttive europee e con gli accordi internazionali in materia di riduzione degli agenti inquinanti.

Vai al Sito

http://www.impresamia.com


Dillo a tutti…

Segnala su FacebookGoogleSegnala su YahooSegnala con Gmail

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: